CTLup

Mohammed Khadeeruddin

Ruoli attuali

  • Studente di Laurea Magistrale presso l’Università “La Sapienza” di Roma
  • Junior Expert presso CTL (Centro di ricerca per il Trasporto e la Logistica dell’Università “La Sapienza” di Roma)

Principali esperienze

  • CTL (Centro di ricerca per il Trasporto e la Logistica, Università “La Sapienza” di Roma): Junior Software Developer (Agosto 2022 – oggi)
    Collabora al progetto HCL – Healty Cold Logistics e ad attività di gestione della catena di distribuzione, programmazione di cobot e AnyLogic Model Stimulation, sviluppo dell’IUM mediante l’utilizzo di Java Spring Boot e Thymeleaf
  • Waken Code Technologies (Hyderabad, India): Junior Software Developer (2020 – 2022)
    Ha collaborato alla creazione di servizi web REST in programmazione Java.
  • Wipro pvt ltd. (Hyderabad, India): Senior process associate – Dipartimento tecnico (2016 – 2017)
    Ha preso parte alla risoluzione dei problemi legati ai tool nei software CRM, agli hardware e alla connettività.
  • ICICI BANK (Hyderabad, India): Saving accountant (2015)
    Ha lavorato all’interno del reparto dei conti di risparmio.
  • Stratageeks Software Pvt.Ltd (Hyderabad, India): Software Developer – Internship (2014)
    Ha lavorato in qualità di sviluppatore web, utilizzando HTML/CSS /JavaScript.

Formazione

  • Master Universitario di Secondo Livello, Università degli Studi di Genova (2023 – 2024): MIPET (Master Internazionale in Ingegneria e Tecnologie degli Impianti Industriali)
  • Laurea magistrale, Università “La Sapienza” di Roma: Ingegneria Informatica
  • Laurea di primo livello, Jawaharlal Nehru Technological University, Hyderabad, India (Ottobre 2010 – Luglio 2014): Ingegneria Informatica

Luca si definisce un amante della natura e degli animali. E sembra proprio non mentire, perché possiede una fattoria ad Avezzano, sua città nativa, con ben 15 cani, un asino, svariate caprette, oche, anatre, galline ed altri animali. Attualmente alleva Schnauzer Giganti, ma in passato ha avuto anche Dogue de Bordeaux, Mastino Napoletano e Bull Terrier. Ama fare sport ed è tifoso della Lazio.

Luca Persia

Nato a Trabzon, in Turchia, da una famiglia di ingegneri-architetti, Kagan ama viaggiare, soprattutto in Europa. Si definisce un ottimista: crede, infatti, che tutto sia gestibile e organizzabile. Appassionato di nuoto e di tutti gli sport acquatici, predilige la lettura di fantascienza e i libri storici. Ultima, ma non per importanza, è la passione per gli amici e per il tempo condiviso con loro.

Sevket Oguz Kagan Capkin

Roberto vive a Ciampino, dove è nato. Le sue origini contadine lo portano a tornare spesso in campagna, dove si prende cura delle piante e del giardino. Lì ritrova il suo habitat naturale e ritempra il corpo e lo spirito. Appassionato di lettura, tecnologia, elettronica, Hi-Fi e fotografia, da un paio d’anni si diletta a pilotare negli spazi aperti un drone Dji Panthom 4 Pro e a fare foto dall’alto. Ama molto passeggiare, soprattutto nei boschi e in montagna, in cerca di funghi, more e altri frutti selvatici.

Roberto Carroccia

SERGIO (Celestino è il cognome, eh), è nato per caso a Torino, qualche anno fa. È cresciuto al mare, ha abitato in diversi posti in Italia e all'estero e ora vive nei pressi di un'antica città etrusca, vicino Roma. Da piccolo era biondo, poi ha suonato nei pub, ha fatto il camminatore, il sindaco, il sognatore; è tuttora architetto, da poco giornalista ed è costretto ad andare spesso in palestra perché ama il vino e i formaggi. Insomma, starebbe sempre in giro con lo zaino e il suo sogno, da quando era bambino, è quello di volare.

Sergio Celestino

Brayan, colombiano, è appassionato di viaggi (oltre 30 Paesi visitati), tanto che negli ultimi 5 anni ha vissuto in quattro Paesi diversi. Questo gli ha permesso di avere una mente aperta, di scoprire altre culture e di imparare altre lingue: parla infatti inglese, spagnolo e italiano. Nel 2018 ha iniziato a correre per caso, fino ad arrivare oggi a fare del running una parte fondamentale della sua vita. Ama i tatuaggi, e si vede, perché al momento ne ha ben 15. Infine, è un promotore della mobilità sostenibile: si sposta a piedi, in bicicletta e utilizza i mezzi pubblici.

Brayan González-Hernández

Artsiom, per gli amici Artem, è nato a Brest, Bielorussia: una città che si trova letteralmente al confine con la Polonia e l'Ucraina. Attualmente vive in un posto con meno confini, ma altrettanto bello: Roma. Artem sfida il caos della città andando in bicicletta, ama leggere libri, viaggiare e fare sport, soprattutto calcio, nuoto e corsa.

Artsiom Sauchuk

Berrak è una ragazza nata a Istanbul, Turchia. Lei ha sempre adorato tutti gli animali, ma i gatti hanno sempre avuto un piccolo posto speciale nel suo cuore. Ha sempre amato la scienza ma, grazie alla sorella maggiore, ha imparato ad apprezzare in particolare l'ingegneria. Una cosa che invece la intriga è perdersi nei vicoli delle città con la sua bici (Roma inclusa) e cercare i loro dettagli più belli. Forse nel fine settimana la potete trovare in qualche pub locale a bere una IPA ghiacciata.

Berrak Senses

Davide ama camminare anche se, ogni tanto, preferisce girovagare senza meta - essendo un ingegnere, non ci chiediamo neanche il perché. Di mamma italiana e papà giapponese, Davide ha sempre cercato di portare nel lavoro e nella vita i tratti di entrambe le culture. Nei ritagli di tempo ama leggere, soprattutto la cosiddetta “nona arte”: i fumetti.

Davide Shingo Usami

Stephen è nato a Kumbo, nelle zone erbose del Camerun. L'essere cresciuto in un'area con strade prive di messa a terra, che diventano inaccessibili durante le lunghe stagioni delle piogge che durano 8 mesi, gli ha fatto maturare l'interesse per lo studio dell'ingegneria civile. La sua passione per la promozione della prosperità condivisa e per la riduzione della povertà e della sofferenza lo ha spinto a dedicarsi alla sicurezza stradale, dove gli incidenti stradali rappresentano "armi di distruzione di massa", soprattutto nei Paesi a basso reddito. Mentre Stephen è un buon portiere che viene sempre convocato nelle competizioni calcistiche locali, nel tempo libero ama cucinare i suoi piatti culturali (che coltiva) e passa il tempo a cantare con il coro della sua chiesa.

Fondzenyuy Stephen Kome

Francesca, leone ascendente leone: una combinazione che mette in risalto il suo carattere forte e determinato. Davanti alle sfide e alle difficoltà non si tira mai indietro. Ama stare a contatto con le persone: un animale sociale che, con altruismo, è onnipresente per chi ha bisogno di lei. È sempre stata amante della cucina ma, soprattutto, del cucinare: le cheesecake sono il suo piatto forte. Spesso dice che in un’altra vita sarà un medico veterinario, perché ama follemente gli animali.

Francesca Damiani

Irуna proviene dall’Ucraina. È nata in Kamchatka: un luogo molto lontano, tra Giappone e Alaska, tra vulcani e valli dei geyser che, molto probabilmente, hanno influenzato la sua passione per la vita attiva. È impossibile trovarla a casa nei fine settimana o durante le vacanze. Le piace viaggiare, scoprire posti non-turistici senza dover ricorrere a una guida e dare vita a gite non convenzionali e affascinanti per i suoi amici. Ha una passione speciale per il mare, in tutta la sua diversità e grandezza quotidiane. Ama gli sport d’acqua: tuffi, snorkeling e canoa. Nonostante ciò, non è avversa a rilassarsi su una spiaggia e a sognare qualcosa. Ha determinazione interiore e una piccola dose di avventurismo che le permette di affrontare tutte le sfide che la vita le riserva. Non si arrende mai e crede nel meglio in ogni circostanza.

Iryna Tkachenko

Tejas proviene da Bangalore, spesso definita come la “Silicon Valley dell’India”: i suoi anni di formazione sono stati influenzati decisamente dalla fiorente cultura delle startup e dai progressi tecnologici della città. Ha maturato un forte interesse per gli strumenti a percussione e per le arti marziali, culminato con l’ottenimento di una cintura nera di taekwondo. La sua passione per i droni è stata una forza trainante nella sua vita. Recentemente, ha preso parte a esilaranti giri in moto in compagnia di una vibrante comunità, esplorando tantissimi paesaggi, lingue e culture che l’India offre. Ogni successo è, per lui, un elemento in più da aggiungere alla sua esperienza e crescita personale. E ha compilato una lista di desideri che vuole esaudire, nel mentre si avvicina al traguardo dei 30 anni.

Tejas Singri Krishnamurthy

Steffel è un ragazzo camerunense che proviene dalla regione occidentale del Paese. Da bambino il suo giocattolo preferito era un bel castello fatto di legno; tuttavia, non poteva entrarvi, così decise di diventare un ingegnere per costruirne uno suo. L’esperienza sugli incidenti stradali gli ha permesso di indagare sulla materia al fine di comprendere l’entità della problematica, soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito: perciò, si è dedicato a individuare le soluzioni per rendere le infrastrutture dei trasporti sicure per gli utenti, efficienti per i governi e sostenibili per l’ambiente. Steffel ama la calma e il silenzio e adora giocare con i bambini (chi l'avrebbe detto?). Gli piace cucinare e ha una passione per le discipline di contatto.

Steffel Ludivin Feudjio Tezong

Marco è nato a Roma, dove vive insieme alla sua famiglia. Ama la tecnologia fin da bambino, quando giocava ai videogiochi con suo padre, e ha costruito il suo percorso laureandosi in ingegneria informatica. Nel corso della sua carriera lavorativa è stato coinvolto in attività di ricerca, progettazione e sviluppo di applicazioni di vario tipo, lavorando con diversi linguaggi di programmazione, così come in attività di insegnamento per corsi di formazione professionali. Adora i videogiochi e gli sport, come il calcio, il nuoto e, recentemente, il padel.

Marco Di Rocco

“Lucida, sana follia”: forse, basterebbero queste parole per descrivere Manuel. Scorpione secondo l’astrologia occidentale, Lupo d’Irpinia secondo la sua carta d’identità. Ama l’avventura, il rischio e l’improvvisazione, quella stessa dote che gli consente di vivere i viaggi, le escursioni e le serate più belle. Ha fatto della sua curiosità un mestiere e l’ha unita alla sua viscerale passione per la scrittura. Invitarlo a un pranzo o a una cena può essere un’ottima idea, soprattutto se il menù è a base di piatti tipici. Eppure, qualcuno va in giro a dire che potrebbe essere lui a invitare te, visto il suo crescente interesse per la cucina, oltre che per gli sport di squadra (calcio e basket su tutti).

Manuel Merolla

Vuoi fare una domanda?

Contatta uno dei nostri esperti